Master sul gioiello a Siena, aperte le iscrizioni

Nuova edizione del Master in “Storia, design e marketing del Gioiello” organizzato dall’Università di Siena (Dipartimento di Scienze della formazione, scienze umane e della comunicazione interculturale) con Confindustria Toscana sud, Camera di Commercio e Consulta degli imprenditori orafi di Arezzo: sono aperte (fino al 21 gennaio) le iscrizioni per il corso di primo livello e della durata di un anno (60 crediti formativi).

Il master prevede insegnamenti sulla storia del gioiello, le tecniche orafe, il design, il marketing, il management e la comunicazione, attività nei laboratori e uno stage di almeno 225 ore in azienda. Collaborano infatti al master molte imprese orafe del distretto aretino, che già negli scorsi anni hanno offerto contratti di lavoro ai diplomati. Tra i docenti ci saranno anche artisti, designer e professionisti qualificati. Un’attenzione particolare verrà rivolta anche al web marketing, con un laboratorio dedicato. I corsi si svolgeranno tutti in lingua italiana.

Master_gioiello_Siena_IN VISITA NELLE AZIENDE (2)

L’obiettivo principale del master, la cui prima edizione  è quello di formare figure professionali sufficientemente versatili, qualificate e preparate nei diversi settori di sviluppo di un’azienda (la progettazione, la produzione, il marketing) e pertanto adattabili alle diverse esigenze delle imprese orafe. Figure professionali cioè consapevoli delle fasi precedenti e successive di ogni processo lavorativo e in grado perciò di operare con successo all’interno delle aziende. I partecipanti acquisiranno quindi capacità sia progettuali sia manageriali e potranno collaborare con società di progettazione e design, aziende orafe, ed enti fieristici.

La tassa di iscrizione è di 2500 euro: per gli studenti più meritevoli sono previste borse di studio messe a disposizione da Università di Siena, Camera di Commercio e Confindustria Toscana Sud. È possibile ricevere ulteriori informazioni contattando Paolo Torriti, coordinatore del corso, all’indirizzo mail: [email protected]

Il bando è pubblicato nel sito dell’Ateneo, dove saranno disponibili di volta in volta tutti gli aggiornamenti e le eventuali variazioni.